27 Agosto 2021
Richiesto ufficialmente alla Regione Piemonte un tavolo di confronto per la grave situazione del comparto bovino da carne 

Servono interventi urgenti e mirati per garantire la tenuta economica delle imprese

“La crisi del settore bovino da carne e, in particolare, della Razza Piemontese è arrivato a un livello tale per cui si sta mettendo in forte rischio la sopravvivenza delle imprese con conseguenze disastrose sia per gli addetti diretti e le loro famiglie, sia per l’indotto generato, ma anche per l’ambiente e per il territorio che rischia di perdere chi per primo si occupa del suo mantenimento”. E’ quanto evidenziano Roberto Moncalvo presidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederale nell’inviare una lettera ufficiale in Regione per richiedere, con urgenza, la convocazione di un tavolo di confronto per poter valutare ed individuare possibili strategie ed oggettivi sostegni economici all’intero settore, anche facendo ricorso a risorse nazionali ed europee.

“La qualità va pagata – sottolineano Marco Reggio Presidente Coldiretti Asti e Diego Furia Direttore Coldiretti Asti – invece i nostri allevatori  stanno lavorando sotto i costi di produzione, oltre a dover sopportare gli aumenti delle materie prime per l’alimentazione con la soia che registra un più 80% ed il mais un più 50% rispetto all’anno scorso. Servono, quindi, una particolare attenzione ed interventi mirati, in tempi brevi, per garantire la continuità del comparto e la sua tenuta socio economica”.

APP Campagna Amica
Leggi tutti gli articoli

Leggi tutti gli articoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi